Cause dell’alitosi

alitosi

L’alitosi, comunemente detta alito cattivo, interessa più persone di quante si immagini e non mancano le occasioni per sentirsi a disagio, soprattutto se ci si trova in pubblico spesso.  Cosa porta al presentarsi di questo problema e come si può porre rimedio lo scopriremo in questo articolo.

Cos’è l’alitosi?

L’alito è formato da vapore acqueo, alcuni gas e scorie microscopiche che, in soggetti sani e che non trascurano l’igiene orale, risulta essere inodore. In oltre il 90% dei casi il motivo dell’alito cattivo è all’interno del cavo orale. Erroneamente i pazienti si rivolgono spesso al gastroenterologo, perché è credenza comune che il cattivo odore sia legato allo stomaco. L’alitosi, comunemente detto “alito cattivo”, può presentarsi in qualsiasi periodo della vita ed essere legata a differenti cause. Per cattivo alito si intende l’odore sgradito che si emette durante la respirazione. Si tratta di un vero e proprio disturbo che colpisce soggetti di qualsiasi sesso ed età. Il problema si presenta con maggior frequenza con il passare degli anni. L’alitosi è un problema che può compromettere gravemente la vita sociale di una persona e si calcola che nel mondo circa il 50% della popolazione ne soffre.

insorgere-1

Le cause più comuni dell’alitosi

L’alito cattivo generalmente ha origine direttamente nella bocca ed è causato da un accumulo di residui di cibo o dall’accumulo dei batteri che formano placca. In sostanza, si può dire che l’alito cattivo è nella maggior parte dei casi causato da un’insufficiente o cattiva igiene orale. Un’altra causa potrebbe essere l’assenza di idratazione del cavo orale. In poche parole, quando abbiamo sete e la bocca secca siamo più propensi a soffrire di alito cattivo. Le cause dell’alito cattivo possono essere collegate anche ad altri organi differenti dalla bocca. Tra le più comuni troviamo le malattie respiratorie come tonsillite, sinusite, bronchite; le malattie digestive come gastrite o reflusso gastroesofageo; le malattie sistemiche come diabete, disfunzioni epatiche o patologie renali.

insorgere-3

Esistono anche alcune cause esterne. Tra gli alimenti che provocano l’alitosi troviamo: aglio, cipolla, spezie particolarmente intense, caffè, zucchero e dolci preconfezionati, o alcol, sigarette e sigari. In più sigarette ed alcol contribuiscono alla disidratazione della bocca e all’aumento dell’alitosi.

insorgere-4

L’importanza dell’igiene orale 

Grazie al supporto del vostro dentista sarete capaci di trovare la soluzione più corretta al vostro problema. Generalmente è conveniente dedicarsi a un’attenta igiene orale quotidiana, con spazzolino, filo interdentale e collutorio. Lavarsi i denti tutti i giorni è importante per evitare l’alito cattivo. Un’altra soluzione all’alito cattivo riguarda la pulizia della lingua, troppo spesso ignorata quando ci si lava i denti. È veramente importante pulire la lingua regolarmente perché i accumulano molti batteri su di essa. Anche la lingua va spazzolata e pulita per bene, e in farmacia è possibile trovare semplici ed economici strumenti per aiutarvi in questo.

insorgere-5

Per tutte le informazioni necessarie ad approfondire l’argomento, vi invitiamo a raggiungerci presso il nostro studio in via Campo, 16 a Giffoni valle Piana (SA) oppure a chiamarci ai numeri 089.86.84.53 oppure 328.15.84