Apnee notturne ed apparecchio ortodontico

apnee notturne apparecchio

Le apnee notturne sono un disturbo del sonno abbastanza comune e per risolvere questo problema possono bastare pochi accorgimenti. Oggi insieme ai nostri esperti vedremo come  possibile risolvere il problema delle apnee notturne grazie ad un semplice apparecchio ortodontico.

Cosa sono le apnee notturne?

Le apnee notturne portano all’interruzione o al rallentamento della respirazione durante il sonno. Nella maggior parte dei casi chi ne soffre non si accorge di questo disturbo, ma sono i familiari o il partner ad avvertire i primi sintomi.  Le interruzioni del respiro possono durare pochi secondi o addirittura un’ora; dopo la respirazione riprende a funzionare normalmente. Si possono distinguere due tipi di apnee notturne:

1) Apnea ostruttiva. Le vie respiratorie si ostruiscono durante il riposo. a causa di un’ostruzione che porta il paziente a russare. Durante la veglia, infatti, i muscoli del collo mantengono aperte le vie respiratorie; con il loro rilassamento durante il sonno, le vie respiratorie si restringono in maniera del tutto fisiologica, ma possono rimanere ostruite in casi particolari.

2) Apnea centrale. Causata da una mancata comunicazione tra la zona del cervello che controlla la respirazione e i muscoli coinvolti in esso,  è molto rara. Viene riscontrata nei pazienti che sono sottoposti a determinate terapie farmacologiche o che soffrono di altre patologie importanti.

Durante un’apnea i muscoli del collo, la lingua si rilassano troppo e le tonsille si ingrandiscono. Tutto questo portano dapprima il paziente a russare sporadicamente, poi iniziano i rantoli e i boccheggi. In più si possono verificare continui risvegli notturni, sudorazione eccessiva, irritabilità o depressione, mal di testa, secchezza delle fauci al risveglio ed incapacità a tenere la concentrazione.

apnee notturne

Cause delle apnee notturne

Le apnee notturne possono colpire indistintamente bambini ed anziani. Nella maggior parte dei casi le apnee si riscontrano se:

  • sono presenti patologie come ipertensione, sindrome metabolica e diabete;
  • si fuma troppo;
  • il soggetto è in sovrappeso poiché si verifica un accumulo di tessuto adiposo lungo le pareti della trachea;
  • Se le vie aeree di naso, bocca o gola son particolarmente piccole.

Rispetto alle donne gli uomini hanno maggior rischio di soffrire di apnee notturne e gioca un ruolo importante anche la presenza della patologia in famiglia.

apnee notturne

La soluzione migliore dal dentista

Per ripristinare il normale sonno esistono varie terapie e, nei casi meno gravi, è di grande aiuto l’utilizzo di un apparecchio ortodontico. Insieme all’ortodontista, il dentista valutano l’introduzione di un apparecchio all’interno del cavo orale per riposizionare in modo corretto mandibola e lingua mantenendo così libere le vie respiratorie e favorendo la normale respirazione durante il sonno. Con un apparecchio ortodontico si possono “curare” anche i soli casi di russamento precedenti la manifestazione di apnee. Nei casi più gravi, invece, si ritiene necessario un intervento chirurgico per correggere disturbi fisici come un’anomala struttura ossea di collo e testa che restringono troppo le vie respiratorie e le tonsille troppo ingrossate.

apnee notturne apparecchio

Per tutte le informazioni necessarie ad approfondire l’argomento, vi invitiamo a raggiungerci presso il nostro studio in via Campo, 16 a Giffoni valle Piana (SA) oppure a chiamarci ai numeri 089.86.84.53 oppure 328.15.84