Apparecchi invisibili per un sorriso perfetto

Salve a tutti cari lettori e bentrovati sul nostro blog dedicato alla cura dei vostri denti e del vostro sorriso!

Tanti di voi già saranno documentati sulle nuovissime tecniche di ortodonzia che permettono di curare le malocclusioni mediante sistemi completamente innovativi rispetto ai classici attacchi in metallo. Bene! Oggi approfondiamo proprio questo e parliamo di ortodonzia invisibile.

È ovvio che una dentatura perfetta ha implicazioni importanti in molti aspetti della vita: oltre a quello estetico, avere denti dritti e ben allineati è fondamentale per una corretta fonazione, masticazione e deglutizione. Non a caso, i pazienti con malocclusioni possono riportare sintomi molto diversi: mal di testa frequenti, click della mandibola, mal di schiena ma anche una maggiore frequenza di carie, o parodontiti. Tutti problemi che, fino a poco tempo fa, dovevano necessariamente essere curati attraverso apparecchi in metallo (tra l’altro da portare per tempi anche abbastanza lunghi!) che finivano per scoraggiare chi non ne avevo la strettissima necessità.

Per fortuna, oggi, grazie all’ortodonzia invisibile, chi vuole curare la malocclusione senza che nessuno si accorga del trattamento ortodontico in corso può farlo. L’ortodonzia invisibile si avvale di due tipi di apparecchio che possono essere scelti dal dentista in base alle esigenze e alle condizioni cliniche del paziente. Oggi ci focalizzeremo sull’apparecchio invisibile; nel prossimo articolo, invece, parleremo di ortodonzia linguale.

L’apparecchio invisibile è costituito da mascherine trasparenti in resina che ricoprono i denti e che devono essere indossate dal paziente per 20-22 ore al giorno. Per la costruzione delle mascherine i dentisti si avvalgono di sofisticate tecnologie e software che analizzano accuratamente la struttura dentale, pianificando le modificazioni che avverranno nel tempo con l’uso delle mascherine. Tutto il trattamento viene così programmato in anticipo nei minimi dettagli e attraverso il computer il paziente può anche vedere le trasformazioni che subirà la sua dentatura nel corso del tempo. Da queste attente analisi vengono costruite tutte le mascherine necessarie a terminare il trattamento che verranno poi consegnate al paziente. Ciascuna coppia di mascherine viene indossata per circa 15 giorni per poi essere sostituita dalla coppia successiva. In questo modo le mascherine possono garantire sempre la forza elastica necessaria per spostare i denti nella posizione corretta. La durata del trattamento è molto variabile, può andare dai 6 ai 15 mesi. Tenete presente che i primi risultati sono visibili già dopo poco tempo ma per avere risultati ottimali è importante che il paziente sia rigoroso e indossi sempre le mascherine, poiché solo in questo modo l’efficacia sarà ottimale.

Per tutte le info a riguardo, contattateci pure!