Cibi dannosi per i nostri denti

 

Per la salute dei denti gioca un ruolo fondamentale l’alimentazione. Ecco i cibi ritenuti più dannosi per i nostri denti secondo gli esperti.

Sono ritenuti cibi pericolosi per la salute dentinale: 

  • Frutta, succhi e polpe di frutta (soprattutto se addizionati di saccarosio);

101

  • Bevande zuccherate acide, spesso gassate (cola, aranciata, gazzosa, limonata);

102

  • Bevande dolci a base di malto, soft-drink;

103

  • Confetture di frutta, gelatine, miele, creme dolci;

104

  • Caramelle e dolciumi vari;

105

  • Cioccolato e derivati;

106

  • Zucchero e miele utilizzati come dolcificanti;

107

  • Alimenti confezionati (merendine dolci, biscotti e snack);

108

  • Alimenti molto acidi: agrumi, mele, ananas, uva, fragole, aceto, vino, pomodori.

109

Ma cosa rende tali alimenti dannosi?  Essi provocano l’erosione dello smalto e avvantaggiano la crescita dei batteri responsabili della carie. Tali alimenti sono ricchi di zuccheri semplici (zucchero o saccarosio, miele, fruttosio, frutta secca candita, cereali raffinati, frutta zuccherina), molto acidi (bevande gassate, agrumi) e alcuni sono morbidi e appiccicosi.

Oltre alle caratteristiche degli alimenti, è molto importante considerare il momento della giornata in cui li si consuma, la frequenza con la quale li si consuma e l’abbinamento con altri cibi.

 

È consigliabile consumare alimenti cariogeni saltuariamente; se, ad esempio, si mangiano frequentemente caramelle, si crea continuamente un ambiente acido che favorisce l’aggressione dello smalto, per tale motivo, è sicuramente meno dannoso mangiare 5 caramelle in una volta che 5 caramelle in 5 momenti diversi della giornata. Dopo il consumo di alimenti cariogeni è raccomandabile consumare cibi che fanno bene ai denti e combattono la carie, come frutta secca a guscio (noci, mandorle ecc.), frutta fresca non acida (es. mele o pere con buccia), verdure fibrose e crude, formaggi stagionati e latticini.

Si può non rinunciare alle leccornie e allo stesso tempo non trascurare i propri denti.