Denti sensibili: perchè?

denti sensibili-0

Cosa causa i denti sensibili

Quando si hanno denti sensibili si avverte una sensazione dolorosa a uno o più denti. Il dolore si presenta a causa di stimoli termici, per il contatto con sostanze agrodolci, per sollecitazioni tattili o, nei casi più eclatanti, per la sola aria inspirata dalla bocca.

Denti sensibili e dolore

La sensibilità dentale, uno dei problemi più diffusi a carico del cavo orale insieme alla carie, è un dolore sottovalutato di cui soffre una persona su tre.  I soggetti più colpiti dal problema sono compresi in una fascia di età tra i 20 e i 40 anni. Con il passare degli anni il problema è meno sentito per una serie di motivi.

denti sensibili-1

Le cause scatenanti dei denti sensibili

I denti sensibili sono causati dalla graduale esposizione della dentina a calore, freddo ed acidità.  La sensibilità della dentina, spesso, è dovuta al consumo della superficie del dente o del tessuto delle gengive. Mangiare o bere cibo/bevande eccessivamente caldi o freddi può causare uno spostamento di un liquido presente nelle terminazioni nervose. Tale spostamento porta alla conseguente fastidio o dolore acuto.

Il fenomeno della sensibilità dentale si riscontra negli adulti e, nella maggior parte dei casi, ciò accade perché i denti rimangono scoperti a seguito di gengive ritirate.

denti sensibili-2

Molteplici sono i fattori che causano la sensibilità dentale; tra i più comuni troviamo:

  • Trattamenti dentistici.

denti sensibili-7

In questo caso, i denti sensibili sono l’effetto collaterale ed indesiderato di alcuni trattamenti dentistici. Di questi i più a rischio sono sbiancamenti professionali, terapie parodontali come le levigature radicolari o la chirurgia resettiva, oppure procedure di protesi quali la preparazione di monconi per corone.

  • Bruxismo

denti sensibili-4

L’usura progressiva dovuta al digrignamento tra le superfici dentarie, caratteristica del bruxismo, porta ad una esposizione del tessuto dentinale e alla possibilità di denti sensibili.

  • Spazzolamento non corretto.

denti sensibili-3

Uno spazzolamento non corretto causa abrasioni. Ciò si verifica a causa di un utilizzo eccessivo di forza o una tecnica inadeguata, insieme all’uso di dentifrici abrasivi, spazzolini di cattiva qualità e di collutorio troppo acido. Queste abitudini scorrette provocano una progressiva abrasione dello smalto.

  • Erosioni.

denti sensibili-5

Un eccessivo consumo di bevande o alimenti acidi, specialmente se freddi, agiscono sullo smalto ed espongono la dentina sottostante aumentando la sensibilità. Lo stesso si verifica anche nei soggetti affetti da disturbi del comportamento alimentare a causa del pH fortemente acido del vomito.

  • Recessione gengivale.

denti sensibili-6

Quando le gengive si allontanano del dente viene scoperto il colletto dentinale, che si trova tra la corona e la radice. Di conseguenza la dentina dei colletti dentali, molto morbida e porosa, viene esposta al cavo orale diventando molto sensibile agli stimoli esterni dolorosi che vengono trasmessi alla polpa attraverso i tubuli.