Le infezioni dentali più comuni

infezioni-0

Conoscere le infezioni

Molte sono le infezioni dentali ed ognuna ha le sue cause ed è molto importante conoscerle per curarle in tempo o, addirittura, per prevenirle.

Scopriamo insieme le infezioni più comuni e le loro cause e rimedi!

Tutta colpa dei batteri

I denti sono un eccellente bersaglio per le infezioni di ogni tipo. Queste vengono causate dai batteri, nemici microscopici e silenti che vengono attirati da residui di cibo imprigionato tra gli elementi dentali. I batteri aggrediscono lo smalto e superano la dentina, arrivando alla polpa dentale. Così danno vita alla maggior parte delle infezioni, dalle più semplici come le carie alle più complesse come la pulpite. Ogni infezione si distingue per causa scatenante e sintomi con cui si manifesta.

Tra le infezioni più comuni vanno ricordate quelle di seguito riportate.

Carie dentali

Le carie dentali sono manifestazioni di una malattia degenerativa infettiva dello smalto e della dentina. Si originano sulla superficie fino a raggiungere la polpa dentale. L’infezione è causata da comuni microrganismi presenti normalmente nel cavo orale. La carie dentale è una patologia infettiva per la quale batteri non nocivi provocano dei danni a causa del mutarsi delle normali condizioni. I sintomi più riscontrati sono mal di denti l’alterazione della cromia dentale, l’alitosi e l’aumento della sensibilità.  I classici fattori di rischio nei bambini sono la carenza di fluoro, l’utilizzo di zucchero o miele sul ciucciotto/ biberon, un’assente o inadeguata igiene orale e il consumo smodato di cibi e alimenti carichi di zuccheri.

IMMAGINE

Gengivite 

Si tratta di un’infiammazione delle gengive generalmente non preoccupante e non sempre riconducibile ad un’infezione dentale. A volte è un sintomo di patologie dentali gravi come la paradontite. I sintomi da non sottovalutare sono il sanguinamento delle gengive, l’alitosi,  l’irritazione ed infiammazione, l’alterazione di colore, forma e consistenza delle gengive.

IMMAGINE

 

Ascesso dentale 

L’ascesso dentale è un ammasso di batteri, globuli bianchi, plasma e detriti cellulari che si forma nei tessuti che circondano il dente. Può essere periapicale, se l’infezione ha origine nella polpa del dente come conseguenza di una carie gravemente complicata, oppure parodontale, se  è provocato da un’infezione del parodonto. Il principale sintomo dell’ascesso dentale è un mal di denti che si acutizza durante la masticazione, correlato a possibili mal di testa, gonfiore gengivale, alitosi, spossatezza, sensibilità dentale e, in casi di forte infiammazione, febbre. Il dolore peggiora in posizione distesa e può impedire il sonno; può peggiorare di notte e diventare insopportabile in caso di pressione.

IMMAGINE

Parodontite

E’ la più temuta dagli anziani ed è una patologia infiammatoria e degenerativa, che se lasciata incurata porta alla successiva distruzione dei tessuti circostanti i denti e infine alla perdita di quest’ultimi. Il primo sintomo che dovrebbe allarmare il paziente è l’aumento della mobilità dentale. In assenza di trattamenti adeguati, essa progredisce lentamente fino alla caduta dei denti. Nel caso in cui viene sottovalutata la situazione si verificano la formazione di tasche paradontali, l’aumento della mobilità dentale, il sanguinamento gengivale, le suppurazioni. Il tutto avanza fino alla perdita di uno o più denti e al bisogno di ricorrere all’implantologia o all’uso di una protesi dentale per ripristinare la completa funzione masticatoria.

IMMAGINE

Per tutte le informazioni necessarie ad approfondire l’argomento, vi invitiamo a raggiungerci presso il nostro studio in via Campo, 16 a Giffoni valle Piana (SA) oppure a chiamarci ai numeri 089.86.84.53 oppure 328.15.84