Esiste un legame tra paradontite e diabete?

Legame tra paradontite e diabete

Abbiamo avuto modo di affrontare l’argomento in diversi articoli del nostro blog. La parodontite, o piorrea, è una patologia infettiva causata da batteri che aggrediscono le strutture di sostegno dei denti provocando un’infiammazione cronica. Quello su cui ci interessa soffermarci oggi è questo: esiste davvero un legame tra paradontite e diabete?

Diciamo, brevemente che la piorrea è un disturbo che ha molteplici cause. Tralasciando il fattore genetico che può incidere molto sulla manifestazione della malattia, essa può insorgere anche a causa di alcune cattive abitudini. Tra i sintomi principali, l’alitosi e il sanguinamento gengivale.

La parodontite è la sesta malattia più diffusa al mondo, nella sua forma grave affligge circa il 12% della popolazione mondiale (800 milioni di individui) ed è la principale causa di perdita dei denti.

Cos’è il diabete?

Per andare a fondo nella questione e capire se esiste un legame tra paradontite e diabete, è necessario sapere cos’è il diabete. Si tratta di una malattia metabolica che evolve in una condizione patologica complessa e potenzialmente grave e che ha alla base uno stato di iperglicemia cronica (il glucosio nel sangue ha livelli alti e superiori alla norma). Tra le sue cause principali troviamo un’alimentazione eccessivamente calorica, la sedentarietà e il fumo.

Il diabete può causare un incremento di cinque volte del rischio di problemi di salute del cavo orale, come la piorrea, e di quattro volte il rischio della perdita progressiva dell’ossatura alveolare, cioè il tessuto osseo al quale sono ancorati i denti.

Le persone con diabete hanno, infatti, una quantità di glucosio nella saliva maggiore più di 4 volte rispetto a chi non presenta questa condizione ed è proprio l’eccesso di glucosio a fornire terreno fertile per la crescita batterica, aumentando il rischio di disturbi gengivali e carie dentaria.

Diabete e parodontite sono, inoltre, collegati in entrambe le direzioni: le tossine prodotte dall’infiammazione del parodonto possono introdursi nel sangue e intaccare i naturali sistemi di difesa dell’organismo, influenzando il controllo del glucosio sanguigno.

Quindi, se da un lato il diabete è associato ad una maggiore prevalenza e gravità della parodontite, anche la parodontite grave è a sua volta associata alla compromissione del controllo glicemico.

Gestire al meglio il legame tra paradontite e diabete

Si può facilmente tenere sotto controllo la piorrea nei soggetti diabetici grazie a una cura dentale e gengivale attenta e premurosa, evitando o attenuando un’infiammazione dei tessuti che circondano il dente. Con adeguate tecniche di igiene orale quotidiana domiciliare e professionale, si migliorano le condizioni di salute dell’intero cavo orale e si aumentano le probabilità che i tessuti non vadano incontro a riassorbimento grave od altri problemi dovuti ai parametri metabolici di scompenso diabetico.

Una persona con diabete e parodontite, quindi, presenterà due condizioni croniche collegate tra loro e che necessitano di frequenti controlli da parte degli specialisti.

Oltre all’endocrinologo e al diabetologo, sarà importante comunicare subito la propria condizione anche al dentista, che potrà consigliare i sistemi più efficaci per prevenire le complicanze.

Per tutte le informazioni necessarie ad approfondire l’argomento, vi invitiamo a raggiungerci presso il nostro studio in via Campo, 16 a Giffoni valle Piana (SA) oppure a chiamarci ai numeri 089.86.84.53 oppure 328.15.84.036