Come scegliere la protesi dentale mobile

Protesi dentale mobile

La mancanza di denti non è piacevole per diversi aspetti. Da un lato, i denti hanno un ruolo fondamentale per il nostro organismo e si occupano di quella che potremmo definire una prima digestione dei cibi consumati. Dall’altro, avere un bel sorriso è sicuramente il miglior biglietto da visita che abbiamo per relazionarsi nella vita sociale. Una soluzione sono le protesi dentali mobili che consentono, appunto, di sostituire i denti naturali con dei denti artificiali mantenendo la naturalezza del sorriso e garantendo le normali funzioni di masticazione. Oggi, insieme ai nostri esperti, ci occupiamo dei requisiti necessari che deve avere una protesi mobile giusta!

Cos’è una protesi dentale mobile

Le protesi dentali mobili sono dei dispositivi odontoiatrici che vengono utilizzati per riabilitare le normali funzione orali e di masticazione dei pazienti dopo la perdita di uno o più denti. L’obiettivo, dunque, è ripristinare le normali facoltà di masticazione andando a sostituire l’originaria dentatura del paziente con una completamente nuova, più resistente e che sia capace di durare per molto più tempo. Come dice stesso il nome, le protesi mobili per i denti possono essere rimosse facilmente dal paziente per l’esecuzione delle quotidiane manovre di igiene orale.

Caratteristiche di una protesi mobile

La protesi mobile, chiamata anche protesi rimovibile o dentiera, viene ancorata ai denti naturali tramite dei ganci ed è costituita da una struttura metallica chiamata scheletrato. Questa tipologia di protesi viene, generalmente, usata per quei pazienti che hanno il bisogno di sostituire tutta l’arcata dentale.

Le protesi dentali mobili possono essere suddivise in 2 categorie:

  • Dentiera totale: questo tipo di protesi viene utilizzata quando il paziente soffre di edentulia totale ovvero quando al paziente mancano tutti i denti dell’arcata. Le protesi di questa tipologia non vengono appoggiate ai denti in quanto non ve ne sono ma viene fatta aderire con un meccanismo a ventosa direttamente sulla gengiva.
  • Dentiera parziale: in questo caso la protesi viene utilizzata per sostituire la mancanza di uno o più denti. Lo scheletrato a differenza della dentiera viene ancorato ai denti naturali, o agli impianti, attraverso degli appositi ganci.

Per quanto riguarda, invece, le caratteristiche principali che deve avere la protesi mobile, ricordiamo sicuramente:

  • Il fattore estetico: la protesi deve somigliare il più possibile alla dentatura naturale e deve rispettare il profilo facciale di ogni singolo paziente.
  • Deve essere resistente: ovvero, essere in grado di resistere al carico masticatorio e all’usura nel tempo.
  • L’aspetto funzionale: la protesi deve essere capace di garantire il ripristino o il mantenimento delle funzioni articolari, masticatorie.

Se portate la dentiera, il nostro consiglio è quello di fare un controllo almeno una volta l’anno. Inoltre, per la salute della vostra bocca e per una migliore vita della vostra protesi è bene seguire le istruzioni d’uso indicate per ogni impianto.

Per tutte le informazioni necessarie ad approfondire l’argomento, vi invitiamo a raggiungerci presso il nostro studio in via Campo, 16 a Giffoni valle Piana (SA) oppure a chiamarci ai numeri 089.86.84.53 oppure 328.15.84.036