Riconoscere e curare l’ascesso dentale

ascesso dentale cop

La presenza di infezioni batteriche all’interno della bocca può portare ad un ascesso dentale. Per curare l’ascesso è richiesta sempre una cura tempestiva, da intraprendere prima che i sintomi peggiorino!

Analizziamo con i nostri esperti le cause e i primi sintomi per evitare il dolore insopportabile.

Cos’è l’ascesso dentale

L’ascesso dentale è un ammasso di batteri, globuli bianchi, plasma e detriti cellulari che si forma nei tessuti che circondano il dente. Si possono distinguere due tipologie:

1) Ascesso dentale periapicale

L’infezione ha origine dalla polpa del dente dopo una carie gravemente complicata. Danneggiando e sbriciolando lo smalto del dente, la carie intacca la dentina fino a raggiungere la polpa dentale. In caso di mancata cura, i batteri coinvolti nel processo cariogeno si diffondono in profondità causando un’estesa infezione purulenta manifestandosi con un ascesso dentale periapicale.

2) Ascesso dentale parodontale

E’ provocato da un’infezione del parodonto, infatti è tipico dei pazienti affetti da parodontite e sensibili a patologie gengivali. L’ascesso dentale parodontale può essere causato anche da un’infezione purulenta all’interno di una tasca parodontale.

ascesso dentale

Infezioni batteriche ed ascesso

Solitamente l’ascesso dentale è causato da infezioni batteriche che si propagano nei tessuti dentali causate da problemi relativi a denti scheggiati o rotti, a carie sviluppate in profondità con dolori acuti. Altre cause possono essere legate ad alterazioni del sistema immunitario o a malattie come diabete, reflusso gastroesofageo, terapie con farmaci corticosteroidi o chemioterapici. Come per altre patologie dentarie, non bisogna sottovalutare il consumo elevato di cibo e bevande zuccherate unito a scarsa igiene orale, perchè la placca può accumularsi più facilmente sui denti portando ad infezioni. Anche il fumo e l’alcol possono esserne una causa; chi è solito fumare o bere alcolici abitualmente, infatti, è maggiormente soggetto alla formazione di un ascesso dentario. I problemi preesistenti ai denti o interventi chirurgici non perfettamente riusciti, inoltre, possono essere una porta d’ingresso per i batteri attraverso parti del dente e delle gengive danneggiate portando in seguito ad un ascesso.

ascesso dentale 3

Sintomi dell’ascesso dentale

Il principale sintomo dell’ascesso dentale è un mal di denti che si acutizza durante la masticazione, correlato a possibili mal di testa, gonfiore gengivale, alitosi, spossatezza, sensibilità dentale e, in casi di forte infiammazione, febbre. Il dolore intenso causato dal mal di denti può manifestarsi improvvisamente e tende in genere a un progressivo peggioramento; può interessare anche l’orecchio, la mascella e, perfino, il collo sullo stesso lato del dente interessato. Il dolore peggiora in posizione distesa e può impedire il sonno; può peggiorare di notte e diventare insopportabile in caso di pressione.

ascesso dentale 2

Le cure dal dentista

È molto importante contattare il dentista ai primi sintomi di ascesso, senza aspettare per cercare di arginare il più possibile il problema ed evitare complicanze importanti. In caso di febbre e gonfiore drastico, se il dentista non è contattatile, rivolgetevi al Pronto Soccorso. Inoltre, recatevi direttamente al Pronto Soccorso in caso di problemi alla respirazione o alla deglutizione, sintomi di una diffusione più in profondità dell’infezione.

ascesso dentale 4

Per tutte le informazioni necessarie ad approfondire l’argomento, vi invitiamo a raggiungerci presso il nostro studio in via Campo, 16 a Giffoni valle Piana (SA) oppure a chiamarci ai numeri 089.86.84.53 oppure 328.15.84