Perché è importante rinforzare lo smalto dentale?

rinforzare lo smalto dentale

Lo smalto dentale è lo strato più esterno del dente e ha la funzione di proteggerlo da usura, batteri e stimoli termici. Questa importantissima funzione di difesa, può comportare, con il tempo, all’erosione dello smalto. Ci interessa particolarmente approfondire questo argomento dal momento che diventa necessario acquisire abitudini corrette per rinforzare lo smalto dentale.

Importanza dello smalto dentale

Partiamo dal presupposto che, nonostante sia estremamente resistente, lo smalto dentale può danneggiarsi con il tempo ed essere soggetto a erosione, riducendo così il suo potere difensivo e aumentando il rischio di insorgenza di problemi come carie, scheggiature e sensibilità dentale. Per cui, rinforzare lo smalto dentale si può ed è fondamentale per avere un sorriso bello e sano.

Cos’è lo smalto e come remineralizzarlo

Lo smalto è mineralizzato ed è costituito da acqua, proteine e sostanze come il calcio, il fosforo e il potassio. Quando si ha un impoverimento dello smalto si dice che è demineralizzato. Parlare di smalto demineralizzato significa avere un’erosione della parte più esterna del dente, quella che ricopre e protegge la dentina e la polpa.

Detto ciò, vediamo cosa è necessario fare per remineralizzarlo.

✅Cambiare le abitudini alimentari

Per rinforzare lo smalto dentale è necessario innanzitutto evitare cibi e bevande che lo danneggiano, perché acidi o ricchi di zuccheri: tra questi figurano alcuni tipi di frutta e agrumi – come arance, pompelmi, mele, ananas, uva, fragole e kiwi – carote e pomodori, bevande zuccherate, gassate e ricche di coloranti.

Al contrario, andrebbero introdotti all’interno della propria dieta tutti formaggi e latticini, inesauribili fonti di calcio, ma anche mandorle, broccoli, noci, cavolo e fagioli.

Anche sali minerali come magnesio e fosforo giocano un ruolo importante nel preservare la buona salute dei denti e dello smalto. Prodotti a base di farina integrale, bieta, lenticchie, carciofi, pesce, pollame, cereali e uva secca ne contengono in abbondanza, e si classificano quindi a pieno titolo tra i cibi amici dello smalto.

L’igiene orale

Una buona igiene orale è fondamentale per rinforzare lo smalto dentale e renderlo meno soggetto a usura, a patto che sia effettuata nel modo giusto:

utilizza un dentifricio al fluoro per rimineralizzare lo smalto dei denti

spazzola i denti con cura ma senza forzare troppo sulla superficie, perché uno spazzolamento troppo energico – soprattutto se eseguito in orizzontale – danneggia lo smalto

non usare dentifrici o sbiancanti aggressivi, che tendono a svolgere un’azione abrasiva e consumano lo smalto

Digerire bene

Un cattivo funzionamento dello stomaco incrementa l’acidità dell’ambiente orale e, di conseguenza, causa l’erosione dello smalto.

Anche disturbi alimentari come la bulimia intaccano la salute dello smalto dentale – oltre che dell’intero organismo, con conseguenze gravissime – perché il rigetto, specie se frequente, espone i denti al contatto con pericolosi acidi.

Lo stesso vale per quei disturbi legati ad ansia e somatizzazione che hanno conseguenze sulla digestione, che causano reflusso o riducono la produzione di saliva.

L’erosione dello smalto equivale all’80% dei problemi legati alla cura dentale e la si può avere a qualsiasi età. La cosa importante da fare in questi casi, è rivolgersi al proprio dentista di fiducia che vi consiglierà la terapia più idonea per curare questo problema.

Intanto, se avete bisogno di informazioni aggiuntive in merito, vi invitiamo a raggiungerci presso il nostro studio in via Campo, 16 a Giffoni valle Piana (SA) oppure a chiamarci ai numeri 089.86.84.53 oppure 328.15.84.036