Sedazione per via endovenosa: tutto quello che c’è da sapere!

Sedazione per via endovenosa

La paura del dentista e l’ipersensibilità sono 2 problemi importanti che possono portare a conseguenze gravi per la salute dei denti poiché, chi ne soffre, tende costantemente a ritardare visite e controlli periodici.  Per fortuna, in campo odontoiatrico esistono diverse soluzioni. Vi abbiamo già parlato di sedazione cosciente per via inalatoria. Oggi vogliamo darvi maggiori informazioni sulla sedazione per via endovenosa. Scopriamo insieme di cosa si tratta nello specifico.

Diverse tipologie di sedazione cosciente

Come abbiamo già accennato, per venire incontro a quei pazienti che hanno qualche problema con il dentista, entra in campo la sedazione cosciente che può avvenire secondo 2 modalità:

✅sedazione cosciente per via inalatoria

✅sedazione cosciente per via endovenosa

Ci teniamo a ricordarvi che la sedazione cosciente per via inalatoria NON è un’anestesia generale. NON sarete ADDORMENTATI e, soprattutto, state tranquilli perché se è vero che è il dentista a controllare le percentuali di gas erogati, sarete voi pazienti a decidere se mantenere lo stato di sedazione oppure no. Vi basterà respirare con la bocca e nel giro di pochi secondi l’effetto della sedazione scomparirà.

Va sottolineato che sia la sedazione per via inalatoria che quella per via endovenosa permettono all’odontoiatra di eseguire le cure dentistiche in pieno comfort, riducendo l’ansia del paziente.

Sedazione cosciente per via inalatoria

Si tratta di una tecnica che può essere È eseguita dall’odontoiatra in studio o in ambulatorio. Si usa una maschera posta sul naso del paziente attraverso cui vengono inalati protossido d’azoto (30-50%) e ossigeno (50-70%)

Sedazione cosciente per via endovenosa

Quando ci si trova ad operare con pazienti difficili e poco collaborativi, sicuramente la sedazione per via endovenosa risulta più efficace. Questa tecnica, però, presenta alcune limitazioni legati in primo luogo alla necessità di un anestesista e all’interno di un ambulatorio chirurgico oppure in una clinica privata (e non in un normale studio odontoiatrico!).

Inoltre, la sedazione per via endovenosa non è sempre una sedazione cosciente. Infatti, in base ai farmaci anestetici usati e alla loro quantità, può passare da “cosciente” a “profonda” e diventare perfino anestesia generale, pur non essendoci l’intubazione rino-tracheale e avvenendo in respirazione spontanea.

Se pensate di essere particolarmente ansiosi oppure avete familiari con bisogni speciali, vi invitiamo a raggiungerci presso il nostro studio in via Campo, 16 a Giffoni valle Piana (SA) oppure a chiamarci ai numeri 089.86.84.53 oppure 328.15.84.036