Falsi miti sugli impianti dentali

Falsi miti sugli impianti dentali

“Lei non ha abbastanza osso e non si possono mettere impianti per una protesi fissa”. Quante specialisti hanno concluso la vostra visita con questa frase perentoria? E quante altre volte la paura del dentista è stato un deterrente determinante che vi ha portato a considerare queste negazioni come scuse plausibili? Il nostro obiettivo di oggi è proprio quello di sfatare i falsi miti sugli impianti dentali. Questo vi aiuterà ad affrontare con maggior consapevolezza un eventuale intervento di implantologia.

I vantaggi dell’impianto dentale rispetto al “ponte”

Sia per questioni estetiche che per questioni funzionali, sempre più persone decidono di ritornare alla normalità ricorrendo a un impianto dentale che ad oggi rappresenta sicuramente la soluzione più conservativa per sostituire un dente mancante in quanto non vengono ridotti (limati) i denti contigui.

Infatti, in passato, per sopperire alla mancanza di un dente si prediligeva la soluzione del “ponte”, soluzione che rovina i denti sani adiacenti allo spazio vuoto causato dalla perdita del dente.

L’impianto dentale è oggi la strada migliore per sopperire alla mancanza di uno o più denti perché non va a danneggiare i denti sani. Grazie ad un intervento si fissa una “vite” in titanio all’interno dell’osso nello spazio vuoto e tale vite sarà la struttura sopra la quale si poggerà saldamente la corona in ceramica, ossia l’elemento che sostituirà per estetica e funzionalità il dente naturale mancante.

Impianti dentali e miti da sfatare

Come abbiamo visto, gli impianti dentali sono la soluzione migliore per riavere uno o più denti fissi. Nonostante questo, si tratta di un intervento che genera paura. Non solo. I pazienti sono, spesso, frenati da false notizie riguardo questo argomento. In particolare:

  • La mancanza di osso

Vogliamo rassicurarvi subito e lo facciamo perché questa notizia non deve allontanarvi dall’idea di poter riacquistare il vostro sorriso. Esistono, infatti, tecniche che permettono di risolvere questo problema ricostruendo l’osso sul quale verrà posizionato l’impianto o utilizzando un materiale biocompatibile in modo da creare lo spessore per inserire l’impianto. Addirittura, è possibile prelevare materiale osseo direttamente dalla bocca del paziente per innestarlo dove manca.

Insomma, grazie alle moderne tecniche, le soluzioni non mancano!

Va, inoltre sottolineato che l’aumento di osso è diventato un intervento semplice eseguibile in un ambulatorio attrezzato senza dover in alcun modo ricorrere ad un ricovero ospedaliero.

  • Le patologie del paziente

Molto spesso i nostri pazienti sono convinti del fatto che esistano patologie possono compromettere l’inserimento dell’impianto. Diabete, osteoporosi, pressione alta, cardiopatia ad esempio sono delle malattie che vengono spesso citate da pazienti i quali erroneamente pensano che queste malattie siano invalidanti per sottoporsi ad un intervento di implantologia.

Vogliamo rassicurarvi anche su questo: esistono soluzioni personalizzate a seconda delle specifiche patologie del paziente. Sarà lo specialista, dopo un’attenta analisi della situazione, a verificare il tipo di intervento adeguato

C’è da dire che oggi, grazie alla tecnologia e all’esperienza sempre più forte degli specialisti, gli impianti dentali sono diventati operazioni possibili per tutti.

Se avete bisogno di informazioni aggiuntive in merito, vi invitiamo a raggiungerci presso il nostro studio in via Campo, 16 a Giffoni valle Piana (SA) oppure a chiamarci ai numeri 089.86.84.53 oppure 328.15.84.036