Ortodonzia

Ortodonzia

L’Ortodonzia è la branca dell’Odontoiatria che si occupa a diagnosticare, prevenire, intercettare e riabilitare le malocclusioni dentarie (di uno o più elementi) e le disfunzioni (rumori, scatti o “blocchi”) dell’articolazione temporo-mandibolare (ATM) causate da un non corretto posizionamento o allineamento dei denti o da un incorretto sviluppo delle basi ossee. Il trattamento ortodontico mira a riportare gli elementi dentari e i mascellari in posizione adeguata per ripristinare le corrette funzioni orali ed un’estetica armoniosa. Si applicano delle forze per mezzo di attacchi (in metallo o in ceramica) e fili ortodontici, bande, archi ed altreapparecchiature fisse o rimovibili (mascherine trasparenti). L’ortodonzia linguale invece , consente di creare apparecchi invisibili in grado allineare i denti anche in condizioni di ansia e imbarazzo rispetto all’apparecchio fisso.

Diagnostica in ortodonzia

Una corretta diagnosi è fondamentale per effettuare un corretto trattamento ortodontico. La diagnosi si compone di diverse fasi.

  1. prima visita
  2. check-up ortodontico.( come radiografie e fotografie)

Esami fotografici

Gli esami fotografici interessano sia il viso che la dentatura, mentre a volte il corpo intero. Le fotografie intraorali, permettono di visualizzare il percorso (iniziale, intermedio, finale) di un trattamento ortodontico .
Le foto del viso consentono delle valutazioni molto importanti, soprattutto di natura estetica. Con la fotografia frontale si valuta la simmetria facciale , l’armonia del viso, il tipo di tessuti molli periorali e il grado di competenza labiale, , l’armonia del viso.
Con la fotografia a pieno sorriso si valuta l’esposizione dei denti e delle gengive, la posizione della dentatura rispetto alle labbra, la posizione della linea mediana delle arcate dentarie rispetto alla mediana del viso.
Con le foto di profilo a labbra chiuse si valutano i rapporti sagittali tra i mascellari e la proiezione delle varie componenti del viso.
Con le foto di profilo in pieno sorriso si valuta il limite anteriore della dentatura.
Si eseguono anche foto delle labbra sia frontali che laterali ed anche in questo caso sia a riposo che in pieno sorriso; per una visione competa e accurata .
Con le foto intraorali si valutano la morfologia dentaria, l’aspetto dei tessuti molli gengivali e la presenza dei frenuli.
Impronte delle Arcate Dentarie e Modelli in gesso
Le impronte dei denti riproducono le arcate dentali del paziente e ci permettono di ottenerne un modello in gesso o digitale capace di dare numerose indicazioni diagnostiche.
La presa delle impronte dentali classica si effettua con un cucchiaio porta-impronte riempito di alginato o con scanner intraorali che ci consente di ottenere un modello 3D della dentatura e dei tessuti molli.
Lo studio dei modelli ci permette un’accurata analisi dell’occlusione, misurazioni precise dellla discrepanza dento-dentale e dento-alveolare, overjet e overbite, asimmetrie, la valutazione dello spazio presente in arcata, la visualizzazione delle zone dentali abrase o erose.
Ortopantomografia – OPT
La radiografia panoramica delle arcate dentarie produce l’ immagine dei denti, delle arcate dentarie, delle ossa mandibolari, mascellari, dei seni paranasali e dell’articolazione temporo-mandibolare, consentendo così di avere una visione d’insieme dell’apparato dento-parodontale. L’OPT è permettte di valutare lo stato di salute dentario ed osseo, permettendo di visualizzare tutti gli elementi dentari presenti, anche eventuali denti inclusi o ritenuti nelle ossa, la loro morfologia radicolare, eventuali lesioni periapicali,come ascessi o granulomi, processi cariosi, riassorbimenti di osso orizzontali o verticali e la dentizione in soggetti in età di sviluppo per indagare eventuali malformazioni, denti inclusi o lesioni ossee. È FONDAMENTALE L’OPT.

Teleradiografie del cranio

La teleradiografia del cranio è una radiografia che ci consente di effettuare un’analisi cefalometrica, per eseguire misurazioni precise delle diverse strutture del cranio. Ci consente allo specialista di avere una visione completa dello sviluppo delle ossa, della posizione che queste assumono nei tre piani dello spazio (sagittale, antero-posteriore e trasversale) e della posizione che a loro volta assumono i denti rispetto alle basi scheletriche. Queste valutazioni sono fondamentali per la diagnosi e la pianificazione di un piano di trattamento delle malocclusioni dentarie e scheletriche.

Teleradiografia del cranio in proiezione latero-laterale (L-L)

Con questa radiografia è possibile visualizzare l’intera struttura ossea cranica vista di profilo e i tessuti molli. Dalla osservazione della teleradiografia L-L valutiamo eventuali problemi di profilo, disarmonie dento-scheletriche sul piano sagittale (ad esempio un morso inverso anteriore), i rapporti tra la mascella e la mandibola. Determiniamo il tipo scheletrico di malocclusione, sia in senso sagittale che verticale, il limite anteriore della dentatura, rispetto ai tessuti duri e molli, e l’inclinazione dell’asse delle radici delle dentatura frontale. ANCHE QUESTA RADIOGRAFIA RISULTA ESSERE FONDAMENTALE.

Teleradiografia del cranio in proiezione postero-anteriore (P-A)

Con questa radiografia visualizziamo l’intera struttura cranica frontalmente.
Vengono esaminati rapporti delle basi scheletriche tra loro e rispetto alle arcate dentarie. Si valutano principalmente le discrepanze delle ossa mascellare e mandibolare sul piano trasversale, le inclinazioni del piano occlusale eventualmente causate da un alterazione della posizione delle ossa, l’inclinazione dell’asse degli elementi dentari nel settore latero-posteriore.
Valutiamo morfologia cranica, i rapporti anatomo-scheletrici ed elementi dentari, ed evidenziare eventuali asimmetrie.

La Gnatologia

La gnatologia è la branca dell’Odontoiatria che si occupa della prevenzione, diagnosi, trattamento e riabilitazione delle condizioni parafisiologiche o patologiche che possono compromettere la stabilità e il corretto funzionamento dell’apparato stomatognatico.
Si occupa del ripristino di una corretta occlusione, di un corretta interazione in posizione di riposo e durante le funzioni orali tra le arcate dentarie.
Il raggiungimento dell’equilibrio occlusale o lo svincolo da posizioni non corrette assunte dalla mandibola può essere ottenuto mediante IL BITE.

Home Articoli della Categoria "Ortodonzia"
filo interdentale

L’ importanza del filo interdentale

Molti pensano erroneamente che basti spazzolare i denti per tenere sotto controllo i batteri, ma non è così! Tutti i dentisti raccomandano di curare anche gengive e tutte le zone difficili da raggiungere solo con lo spazzolino. Per una perfetta igiene orale, infatti, non possono mancare collut...
Leggi tutto
estrazione-1

Quando estrarre i denti del giudizio?

I denti del giudizio possono portare problemi ed è necessaria la loro estrazione. Ma sono molti i momenti in cui c’è bisogno di estrarli. Vediamo insieme i casi più diffusi! I denti del giudizio Per denti del giudizio si intendono quattro denti molari, chiamati anche ottavi. In particolar modo ...
Leggi tutto
apparecchio-0

Igiene dentale con l’apparecchio

Una corretta igiene dentale con l’apparecchio, casalinga o professionale che sia, è fondamentale per la salute generale dei denti. Durante un trattamento ortodontico può risultare un pò difficile! Ecco alcuni consigli per non tralasciare l’igiene orale nonostante l’apparecchio. ...
Leggi tutto
tipi-carie

Conoscere le carie dentali

Esistono differenti tipi di carie ai denti a differenza di quanto si pensa. Dalla carie interdentale a quella cervicale conoscere bene tutte le tipologie di carie dentale può aiutare ad orientarsi nel miglior modo alla terapia più adatta al caso. Scopriamo insieme in questo articolo come distingue...
Leggi tutto
Chiamaci Ora