Chirurgia Orale

Home Chirurgia Orale

Chirurgia Orale

Chirurgia Orale

La Chirurgia Orale, e la branca che si occupa di tutta una serie di interventi chirurgici del cavo orale. Comprende ad esempio: estrazioni dentarie, asportazione di cisti, apicectomie, chirurgia ortodontica, frenulectomie, ricostruzione e/o rigenerazione guidata delle ossa mascellari, interventi di parodontologia e implantologia. Apparecchi per la chirurgia sonica.

LE ESTRAZIONI DENTARIE

L’estrazione dentaria è un intervento necessario quando un dente non e’ più recuperabile a causa di una frattura, una carie molto profonda, mobilità irreversibile in seguito a malattia parodontale o, ancora, per scopi ortodontici. Cioe’ in caso di grave affollamento dentario, nell’ambito di un trattamento ortodontico si ricorre all’estrazione di denti sani (ad es. i premolari) al fine di garantire un sufficiente spazio di manovra per poter riallineare i denti.
LE ESTRAZIONI DEL NOSTRO SPECIALISTA SANTE VASSALLO SONO SEMPRE ATRAUMATICHE, IN ANESTESIA LOCALE, E DURANO IN GENERE POCHI MINUTI.
Estrazioni Atraumatiche perche’?
Perche’ il paziente non avverte dolore ne al momento dell’intervento, ne dopo.

Classificazione estrazioni

Le estrazioni si classificano in:
• semplici
• complesse

In alcuni casi può capitare che i denti restino inclusi nelle ossa mascellari, soprattutto capita per i denti del giudizio e canini .

Disodontiasi del dente del giudizio

Quando un terzo molare non ha sufficiente spazio per uscire completamente o è posto in una posizione anomala si va incontro a un’infiammazione della gengiva che prende il nome di pericoronarite e che si configura come un quadro clinico definito “disodontiasi del terzo molare”.
Tale disodontiasi si manifesta fondamentalmente con tre sintomi:

-Difficoltà e fastidio nel deglutire.
-Dolore irradiato verso l’orecchio.
-Difficoltà e fastidio ad aprire la bocca che rimane più chiusa del solito.

NON SEMPRE E’ NECESSARIO ESTRARRE I DENTI DEL GIUDIZIO , MA IN PRESENZA DI CARIE, PARESTESIE, CISTI, PROBLEMI ORTODONTICI O POSSIBILI PROBLEMI AGLI ALTRI DENTI SI RICORRE AD ESTRAZIONE DELL’ELEMENTO.

L’utilizzo del piezo-surgery permette di conservare meglio l’osso e di ridurre il gonfiore post-operatorio. Questi strumenti permettono di intervenire in sicurezza nei confronti di nervi e arterie vicine
disabilitato nel browser.
L’età ideale per togliere il dente del giudizio
Non esiste un eta’ specifica per l’estrazione dei denti del giudizio .
Esiste pero’ un consenso generale sul fatto che le complicanze chirurgiche sono molto meno frequenti se si interviene tra i 17 e i 20 anni. Perche’ A questa età le radici sono formate per due terzi, l’osso è elastico, quindi l’intervento è più semplice e la guarigione post-chirurgica è rapida.

Indicazione ortodontica

La forza eruttiva dei denti del giudizio, e le forze masticatorie possono provocare spostamenti dell’arcata dentale, causando spesso un affollamento dentario proprio nella zona dei denti anteriori inferiori.
L’estrazione dei denti del giudizio risulta necessaria all’inizio di un trattamento ortodontico, soprattutto se si rende necessario distalizzare (spostare indietro) i denti.
Dopo l’intervento
normalmente non c’ è molto dolore e scompare dopo pochi giorni.
Gonfiore: poco accentuato.
Ematoma: Qualche volta può verificarsi la comparsa di lividi sulla guancia
iva JavaScript se è disabilitato nel browser.

Canini inclusi
I canini inclusi si trovano molto più frequentemente nell’arcata superiore che in quella inferiore.
Cause dei canini inclusi :
• la durezza dell’osso palatale
• la durezza e lo spessore del tessuto mucoperiosteo palatino;
• la maggiore distanza che il canino deve percorrere rispetto agli altri denti per raggiungere il bordo gengivale,
• perdita precoce dei canini da latte per carie;
• riassorbimento ritardato della radice del canino deciduo;
• diametro mesiodistale del permanente più grande rispetto al dente da latte ;
• i canini spesso non hanno più spazio sufficiente per erompere .
Nella maggior parte dei casi i canini inclusi possono essere recuperati ortodonticamente,
In altri casi, nei quali i canini siano posizionati in condizioni sfavorevoli al recupero ortodontico, è necessaria invece la loro estrazione.

ALLUNGAMENTO DI CORONA CLINICA

Nel caso un dente sia cariato o fratturato in modo severo a tal punto che il margine del dente sano si trovi ad un livello profondo e sotto-gengiva, è possibile evitare l’estrazione e quindi salvare il dente, mediante un intervento di allungamento di corona clinica.

SEMPRE SI CERCA DI RECUPERARE IL DENTE.

LESIONI BENIGNE DEL CAVO ORALE

Il nostro specialista si occupa anche delll’asportazione di lesioni benigne del cavo orale e delle ossa mascellari quali cisti, fibromi, papillomi, odontomi, etc.

COS’É UNA CISTI?

La cisti è una formazione patologica benigna di forma generalmente sferica ed ha la tendenza ad un lento accrescimento a spese dei tessuti circostanti.
L’aumento di volume di una cisti può portare al riassorbimento delle radici di denti contigui e dei tessuti ossei che la contengono. Puo’ Causare la dislocazione degli elementi dentali adiacenti.
Tipi di cisti :
• cisti radicolare: è una cisti infiammatoria che insorge in corrispondenza dell’apice di un dente necrotico
• cisti follicolare o dentigera: è una cisti di origine embriologica associata a un dente incluso. I denti più frequentemente colpiti sono i denti del giudizio inferiori.

L’APICECTOMIA

I denti precedentemente trattati con terapie canalari incongrue e imprecise sono spesso caratterizzati da lesioni peri-apicali, spesso asintomatiche, causate da germi ed infezioni residue presenti all’interno dei canali degli elementi dentali.
Solitamente si curano attraverso il ritrattamento dei canali attraverso la corona stessa del dente con l’ausilio del microscopio operatorio e tutta una serie di strumenti dedicati ad alta precisione. Altre volte quando la terapia canalare per via ortograda è troppo complessa oppure quando il dente è ricoperto da una corona protesica eseguita correttamente che non si vuole sostituire, si può ricorrere al ritrattamento dei canali per via retrograda/chirurgica. La percentuale di successo super il 90 %.

CHIRURGIA MUCOGENGIVALE

La chirurgia muco-gengivale mira a ridurre o eliminare gli inestetismi della gengiva come le recessioni o festonature gengivali alterate, che sono causa di un sorriso non armonico.

Si occupa anche di ristabilire l’estetica gengivale intorno agli impianti grazie a interventi di chirurgia plastica gengivale minimamente invasivi.
Il nostro specialista e’ infatti specializzato in estetica dei casi complessi di implantologia del settore anteriore .

Prenota un appuntamento

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali


PER INFORMAZIONI O URGENZE CHIAMATECI PURE

Ti interessa prendere un appuntamento per una visita? Telefona, spedisci una mail o invia un messaggio compilando il modulo sovrastante.

+39.089.868453

Chiamaci Ora